Guida alla città di Berlino
Metropolitana, informazioni, musei e monumenti

Il mio week end a Berlino tra ricordi e gastronomia

Se state pensando di andare a Berlino per trascorrere un magnifico week end ma non sapete bene come organizzare la coas, io posso raccontarvi la mia esperienza.

il mio week end a berlino tra ricordi e gastronomia

Inizio col dire che abbiamo pernottato all'easyHotel che si trova precisamente nella Rosenthaler Strasse, eravamo io, mia sorella ed il suo fidanzato.

La partenza per il volo era prevista per le 9 e siamo partiti in perfetto orario, arrivando poi alle 11 nell'aeroporto di Schoenefeld dove abbiamo potuto vedere che non c'era un bel sole ad aspettarci ma una lieve pioggerella. Per poterci spostare dal Terminal fino al centro di Berlino abbiamo deciso di acquistare un biglietto a testa sfruttando le biglietterie automatiche, abbiamo speso 2,80€ ognuno per poter viaggiare nelle zone ABC da quell'istante fino alle 3 del mattino successivo. Abbiamo aspettato il trenino S9 che ci ha permesso di poter raggiungere l'Alezander Platz dove abbiamo pranzato per poi recarci in hotel alle 15 che era l'orario che avevamo concordato per il nostro arrivo.

Qui registriamo i nostri documenti, depositiamo i bagagli e ci dirigiamo verso la Unter den Linden dove possiamo ammirare la porta di Brandeburgo ed anche la nota cupola del Reichstag. Ammiriamo poi anche la torre della tv e il famoso orologio che permette di poter vedere gli orari in tutte le città del mondo, devo ammettere che questa piazza è molto caratteristica ed affascinante.

Decidiamo poi di ammirare il Rathaus e di camminare lungo il Viale dei Tigli che è stato realizzato seguendo lo stile dei noti Champ Elysèes che si possono vedere a Parigi, successivamente facciamo una sosta dove osserviamo il Duomo che è molto particolare data la sua grande cupola di colore verde che viene illluminata anche da luci di colore viola e blu. Mia sorella si accorge anche che ai lati del viale dove siamo, sono presenti gli show room che appartengono alle più grandi case automobilistiche come per esempio Volkswagen e Mercedes.

Torniamo nuovamente alla Porta di Brandeburgo ed osserviamo l'edificio dell'Hotel Adlon che, come ci spiegò il ragazzo di mia sorella, fu uno dei maggiori luoghi di eventi di spionaggio. Ci dirigiamo poi al Reichstag dove decidiamo di salire sulla cupola del Sir Norman Forster anche se, come potevamo immaginare, la fila non era poca anzi, ovviamente il motivo è dovuto dal fatto che è possibile entra solamente in piccoli gruppi poco alla volta ma comunque è possibile entrare fino alle 22.

La nostra attesa è durata quasi un'ora e prima di entrare abbiamo dovuto passare i dovuti controlli per verificare he non fossi dei potenziali criminali o killer, dopodichè siamo riusciti a salire fino alla base della cupola sfruttando la presenza di un ascensore. Qui decidiamo di utilizzare un'audioguida che fortunatamente era ad uso gratuito ed era disponibile anche in lingua italiana e iniziamo a visitare l'intera struttura che è veramente bella ed interamente realizzata in vetro dov'è possibile ammirare il bellissimo panorama.

Alla sera andiamo a cenare all'interno della birreria Standige Vertretun che la si può trovare all'interno della Schiffbauerdamm 8, rimaniamo sorpresi nel vedere che l'ambiente è del tutto caratteristico e non ci facciamo mancare l'occasione di prendere un boccale di birra assieme allo stinco di maiale, crauti e patate al forno, il tutto al prezzo di 16,50€.

Il giorno successivo abbiamo fatto colazione al Starbucks che lo si può trovare precisamente all'easyhotel verso la metro Hackesche Markt, qui prendiamo una ciambella con un cappuccino al prezzo di 5,50€ per poi andare al Checkpoint Charlie dove li vicino si possono vedere i noti resti del muro ed anche la Topographies des Terrors che è stata realizzata proprio sopra ai resti del quartiere generale della Gestapo, essa consiste in differenti pannelli che danno modo a tutti di poter ripercorrere tutta la storia della nascita del nazismo fino alla realizzazione del muro di Berlino nel 13 agosto del 1961.

Decidiamo poi di andare al Gendarmenmarkt dove troviamo una piazza che conserva due chiese gemelle che sono veramente splendide nella loro architettura, decidiamo poi di gustarci un delizioso bretzel che è un tipico pane che si può mangiare in Germania ma anche in Trentino Alto Adige. All'ora di pranzo andiamo all'Alexander Platz dove decidiamo di ordinare un buonissimo wurstel da un rivenditore ambulante al prezzo di 1,20€.

Prendiamo poi il bus n°100 che ci permette di fare un giro turistico di Berlino per poter vedere tutte le vie principali per poi arrivare dinnanzi allo zoo, nel tragitto abbiamo anche la possibilità di vedere i resti della Gedächtniskirche che da modo a tutti di poter ricordare la morte e la distruzione che è stata portata dalla Seconda Guerra Mondiale. Alla sera decidiamo di cenare all'interno della birreria Lowenbrau che si trova all'interno della Leipziger Str. 65 dove decidiamo di mangiare una zuppa di lenticchie con la salsiccia e delle patatine fritte con la birra al prezzo di 17€ a testa.

Il giorno seguente facciamo colazione da Starbucks e decidiamo di andare a vedere l'East Side Gallery che si tratta di un famoso murales su di un grande muro dove si possono rivivere qui momenti che anni fa, precisamente nel 1989 vennero trasmesse alla televisione. Prendiamo poi la metro per poter raggiungere la Bebel Platz che si tratta della piazza dove nel 1933 ci fu il grande rogo dei libri, per rievocare l'accaduto è possibile vedere, tramite un oblò, una stanza ricchi di scaffali del tutto vuoti. Nel pomeriggio siamo ritornati in hotel per poter fare le valigie e partire per ritornare in Italia.

Posso dire che questa è stata una delle mie esperienze più belle e che di certo rifarò anche fra qualche anno, per poter rivivere questi momenti entusiasmanti e ricchi di vere emozioni, che ho potutto provare assieme a mia sorella ed al suo fidanzato. Dimenticavo di dire che naturalmente sono presenti numerosi negozi che danno modo di fare shopping per poter acquistare dei souvenirs per le persone che si amano, avendo anche la possibilità di spendere poco ma avere un bel oggetto da tenere sempre con se in ogni momento della vita.