Guida alla città di Berlino
Metropolitana, informazioni, musei e monumenti

Il mio diario di viaggio per Berlino, andiamo alla scoperta

Quest'anno ho deciso di trascorrere le mie vacanze a Berlino visto che da sempre ho desiderato poter approfondire le mie nozioni della lingua tedesca ed anche per poter vedere le meraviglie della città.

il mio diario di viaggio per berlino andiamo alla scoperta

Decisi quindi di prenotare ed acquistare il mio volo online affidandomi ad Rayanair partendo da Orio al Serio e in solo un'ora e quaranta sono riuscito ad arrivare a Berlino.

Una volta sceso sono riuscito subito ad individuare la mia valigia che stava percorrendo il nastro trasportatore e da subito ho potuto apprezzare la nota efficienza tedesca. Presi un taxi per potermi dirigere verso il mio hotel che era situato in perfetto centro della città, pensate che da Schonefeld dove mi trovavo dovevo raggiungere Mitte e mi costò 41€. Il mio albergo era il West Bester Berlin Mitte che è molto comodo anche se devo dire che le sue stanze sono veramente piccole e ho trovato che il prezzo proposto fosse un po' elevato tanto che dovevo spendere 100€ per ogni notte, ovviamente la colazione era compresa nel prezzo.

Dettagli sui trasporti : Metropolitana di Berlino

Devo dire che Berlino mi è apparsa come un quartiere vivente, il motivo? Qua e la c'erano numerosi gru, cantieri aperti, ponteggi ed anche differenti condutture di gas, acqua e tanto altro, però almeno posso dire che i lavori in Germania vengono svolti senza troppi problemi. Decisi di orientarmi un po' con la metropolitana e devo dire che sono rimasto soddisfatto nel riuscire a constatare che riesco bene a parlare con i tedeschi anche se talvolta risultano essere un po' scorbutici con gli italiani.

Grazie alla posizione strategica del mio hotel posso dire che in pochissimo tempo ero in grado di poter raggiungere la nota porta di Brandeburgo come anche il viale Unter den Linden oppure anche l'Alexander platz e la bellissima isola dei musei e questo ci rassicura. Nel primo giorno devo dire che non sono riuscito a fare poi molto, presi il bus 100 che mi portò dinnanzi al noto zoo per poi ritornare con il numero 200, essi si possono prendere ovunque e posso assicurarvi che sono comodi ed anche molto puntiali e puliti, grazie ad esso sono riuscito a fare una visita completa di tutta la città. Berlino è molto bella grazie alla presenza di tutti gli edifici in stile moderno che sono un vero e proprio trionfo di architettura in stile fantasioso ma anche ricchi di eleganza .

Le strade di Berlino sono molto larghe ed anche lunghe dove non mancano di certo anche dei grandi viali dove si possono anche vedere le differenti parate dei film. Alla sera ho cenato vicino alla Sprea che si trova nella zona Mitte all'interno del ristorante Nel mio secondo giorno ho deciso di acquistare la nota Berlino Card che serve essenzialmente nella visita a titolo gratuito, il tutto al prezzo di 24,90€ per un totale di tre giorni complessivi di utilizzo dove ho potuto visitare la nota Porta di Brandeburgo ed anche il Memoriale della Shoah che si trovava li a poca distanza. Decisi di andare anche a vedere il noto Museo della Tecnica che devo dire che assomiglia anche molto al museo che si trova da noi a Milano, tornai poi in centro e decisi anche di dirigermi al Duomo dove ho dovuto però pagare 7€ per poter entrare in quanto non era compreso all'interno della card. Al suo interno si trovano anche le note tombe di cento Hohenzollern, inoltre mi fecero venire in mente le tombe medicee di Firenze.

Maggiori informazioni: Sconti metro e musei : Berlín Welcome Card

Feci visita anche al noto quartiere di Nikoljviettel che è del tutto carino e ricco di persone che passeggiano ed anche di bellissimi ristoranti. Il giorno seguente decisi di sfruttare la mia card per poter visitare il Pergamon che posso dire essere veramente meraviglioso, infatti sono presenti anche dei reperti archeologici che sono stati recuperati nel tempo in modo molto dettagliato e che sono poi state disposte in modo molto meticoloso. Nel pomeriggio decisi di andare al check point Charlie per poi fare una visita d'obbligo al Museo Ebraico che però non era compreso nella card ed ho quindi dovuto acquistare il biglietto, devo dire che è stata una visita molto strana ed anche faceva molto riflettere la presenza dei numerosi spazi vuoti che sono i vuoti che la guerra ha lasciato nella memoria portandosi via tantissime persone innocenti.

Il quarto giorno decisi di fare una visita alla nota Torre della Televisione che si trova ad Alexanderplatz, ovviamente l'ingresso è a pagamento e costa 13€, una delle cose che di certo è molto bella da vedere è la visuale che permette di ammirare la città in tutta la sua fattezza. Grazie alla metropolitana ho raggiungo l'East Side Gallery che è un muro di ampia lunghezza, si tratta di circa un chilometro e 300 metri del tutto dipinto con dei famosi murales, ovviamente abbiamo potuto fare delle bellissime foto a queste piccole opere d'arte.

Vedi mappa: Alexanderplatz

Il giorno seguente era quello del ritorno e quindi dopo aver fatto i bagagli ho deciso di fare un'ultima visita alla città dove ho potuto ammirare delle pittorescahe villette in perfetto stile Hansel e Gretel. Ora vorrei fare le mie ultime considerazioni riguardo Berlino, questa città risulta essere abbastanza incline all'essere distaccata con i turisti, infatti non si trova di certo un negoziante che vi accoglierà a braccia a perte, una delle cose piacevoli è che vi è un'ampia scelta di lavoror e l'occupazione certo non manca.

Se non conoscete l'inglese ovviamente non vi troverete molto bene e per coloro che vorrebbere utilizzare la metropolitana è bene sapere che bisogna prima studiarla un po'. Se andate nei ristoranti tedeschi ovviamente troverete una gran scelta di maiale assieme alle patate ma qua e la potrete anche incappare in qualche menù tipicamente italiano. Credo che forse non tornerò ancora a Berlino ma non perchè essa non possa offrire una vasta scelta di musei ma perchè credo che non sia calorosa ed accogliente come invece ho trovato essere Parigi con la sua ampia cultura. Comunque credo che Berlino, una volta nella vita è di certo da visitare.