Guida alla città di Berlino
Metropolitana, informazioni, musei e monumenti

Gli stadi di Berlino, scopri la loro storia

Per gli amanti degli sport è di certo obbligatorio fare una tappa all'Olympiastadion Berlin, il noto stadio olimpico che è anche il principale e noto in tutta la città

gli stadi di berlino scopri la loro storia

L'Olympiastadion Berlin è stato realizzato al di sopra del suolo dove anni fa sorgevano invece altri due stadi che, anno fa furono realizzati per poter ospitare i mai disputati Giochi della VI Olimpiade.

Entrambi gli stadi erano stati progettati dalle persone di una stessa famiglia, da Otto March e dal figlio Werner March. È bene sapere che il noto progetto dei March fu rivisto e sistemato direttamente dall'architetto Albert Speer sotto diretto ordine di Adolf Hitler.

Lo stadio maggiormente noto a Berlino era invece il Deutsches Stadion che era stato realizzato tra il 1912 e il 1913 e sì trovava direttamente all'interno della nota area dell'ippodromo di Charlottenburg, che si trova vicino alla Foresta di Grunewald. La sua capacità era di ben 40.000 posti il che lo rendeva li stadio sportivo più grande di tutto il mondo, tanto che era stato pensato per poter essere il vero e proprio stadio principale delle olimpiadi che si tennero in estate nel 1916 che poi vennero inevitabilmente annullate a causa dello scoppio della Grande Guerra. Dopo lo scoppio della Prima Guerra Mondiale però questo stadio divenne una vera e propria sede del " Collegio di Educazione Fisica ".

Ritornando però a parlare dell'Olympiastadion, è bene sapere che quando vi furono i Giochi della XI Olimpiade, che vennero vennero assegnati a Berlino, si decise inizialmente di riprogettare interamente la struttura però con l'ascesa al potere del noto partito nazista, che decise di riconoscere il prestigio dei Giochi Olimpici, venne ordinata la realizzazione di un nuovo stadio che si trovasse sopra ad esso. L'Olympiastadion venne quindi costruito nel periodo che intercorre tra il 1934 e il 1936, che aveva uno spazio massimo di 110.000 spettatori in totale. Questo stadio venne poi sottoposto a dei lavori di ristrutturazione dal 2000 al 2004.

Nello stesso anno, precisamente l'8 di settembre, Berlino decise di riaprire al pubblico. Per il festeggiamento della riapertura dell'Olympiastadion la nota federazione tedesca decise di voler organizzare una partita amichevole tra il Brasile e la Germania. Nel 2006 lo stadio ospitò la finale del noto Campionato del mondo di calcio che ospitò 74.400 persone e dove tutt'ora vengono ospitate le partite interne dell'Hertha Berlino, che si tratta di una squadra militante nella Bundesliga. Com'è stato precedentemente divulgato, questo stadio ospiterà la finale della Champions League nel 2015. Questo campo sportivo venne anche utilizzato come una vera e propria area dove potevano svolgersi le differenti manifestazioni di propaganda .

Per poter scoprire da vicino la storia di questo stadio, è presente un lungo sentiero storico, posto direttamente sull'area olimpica che presenta ben 45 tavole scritte in tedesco ed anche in inglese che forniscono delle informazioni che sono relative alla nascita ed anche alla lunga storia dell'ex-" Reichssportfeldes " che sarebbe il campo sportivo del Reich.
Un altro stadio è il " Stadion An der Alten Försterei " che si può tradurre come " stadio alla vecchia casa del guardato schifo che però è noto a tutti come Alte Försterei.

Esso è uno stadio di calcio che si trova a Berlino e precisamente nel quartiere di Köpenick, che si trova nella zona orientale della città. Questo impianto è stato progettato per poter ospitare le partite interne dell'Union. Questo stadio fu inaugurato in via del tutto ufficiale il 7 agosto del 1920, con una partita che vedeva sfidarsi il Oberschöneweide ed i Norimberga che erano i campioni della Germania dell'epoca. È bene sapere che l'anno precedente, nel 17 marzo, si era tenuta un'amichevole con il derby berlinese Union-Viktoria.

L'Union in DDR-Oberliga venne promossa nel 1966 e si rese quindi necessario un nuovo ampliamento. I lavori iniziarono però quattro anni più tardi quando venne definitivamente innalzata la tribuna Gegengerade e poi vennero anche fatti degli interventi meno importanti che diedero modo allo stadio di ottenere una capienza di 22.500 persone tra gli anni '70 e '80. Con il trascorrere del tempo però questo stadio andò in disuso e a partire dalla fine degli anni '90 la nota Union dovette chiedere dei permessi temporanei per poter giocare all'Alte Försterei.

Dal 2006 in poi i permessi vennero negati tanto che al club venne del tutto impedito di poter di disputare in questo stadio qualsiasi partita che potesse esser valida per i maggiori 3 campionati tedeschi. Fu così che la dirigenza dell'Union Berlino dovette fare i conti con una scelta, o optavano per un trasloco all'interno di un nuovo stadio oppure di decidere di impiegare i soldi per il rinnovo dell'intera struttura che per lo meno eragià esistente.

Dopo molte considerazioni deciso per la ristrutturazione tanto che i lavori iniziarono nel 2007 per poi esser terminati nel 2009, la cosa bella è che la maggior parte degli interventi venne svolta dagli stessi tifosi della squadra di Berlino. Finalmente l'8 luglio del 2009 il nuovo Alte Försterei fu riaperto al pubblico e per l'inaugurazione venne organizzata un'amichevole che si disputò tra l'Union e l'Hertha, che era la squadra dell'ex Berlino Ovest. Questo stadio è molto sentito ed anche amato da tutti in quanto denota come i tifosi amassero la squadra e lo sport a tal punto di decidere di mettersi all'opera tutti insieme per poter ridare vita ad un sogno che sembrava ormai svanire.

Berlino di dimostra quindi essere una città che ha a cuore i propri interessi e che fa frutto della vera unione per far fronte ai numerosi ostacoli che le si potrebbero porre dinnanzi al suo cammino. Sono di fatto molto i berlinesi che decidono di farsi una foto davanti a questo stadio in segno del ricordo di quel bellissimo gesto di unione ed amore per lo sport e per la propria squadra.