Guida alla città di Berlino
Metropolitana, informazioni, musei e monumenti

Entusiasmante vacanza a Berlino con la nostra bimba

Quest'anno, per le nostre vacanze estive non abbiamo potuto contare sull'appoggio dei genitori per poterci tenere la bimba e poter viaggiare quattro giorni, abbiamo quindi deciso di portarla con noi organizzando una vacanza che fosse il più piacevole ed indimenticabile possibile.

entusiasmante vacanza a berlino con la nostra bimba

Attraverso il noto sito Ryanair abbiamo acquistato i biglietti ed anche prenotato l'appartamento ancora nel periodo delle vacanze di Natale.

La cosa un po' spiacevole nella nostra prenotazione è stato che abbiamo ricevuto una telefonata direttamente dall'hotel che ci notificò che, a causa di un disguido non avevamo più la nostra stanza e quindi abbiamo dovuto prientare la nostra ricerca altrove. Mi sono dimenticata di dirvi che il luogo delle nostre vacanze sarebbe stato Berlino ed il giorno tanto atteso arrivò anche velocemente, più di quanto mi sarei aspettata, fu così che alle 4:30 del mattino del giorno della partenza ci siamo alzati e dopo mezz'ora eravamo già fuori casa con la bimba. Ci siamo diretti verso Bergamo dove avevamo prenotato un parcheggio low cost all'interno dell'aeroporto, la spesa è stata di 19€ per un complessivo di 4 giorni. Alle 6:40 siamo decollati ed alle 8:20 eravamo già a Berlino, fortunatamente il viaggio è andato alla grande ed una volta scesi abbiamo deciso immediatamente di fare la nostra Welcome Card che costa 37€ e da modo a noi ed alla nostra piccola di poter usufruire di tutti i mezzi di trasporto pubblici in modo gratuito, senza dover ogni volta acquistare il biglietto per usare il treno oppure il bus.

Vedi anche: Come risparmiare a Berlino su Metro e musei

Decidiamo di prendere la S42 per poter raggiungere il centro della città per poi prendere anche la metropolitana che ci ha portato a Wedding, che si trattava del quartiere dove abbiamo preso il nostro appartamento. Fortunatamente, grazie al nostro smartphone siamo riusciti a trovare in poco tempo la strada giusta per andare all'appartamento e la bimba si è subito fiondata all'interno del cortile dove trovò dei gessetti colorati ed un tavolino dove poteva impiegare il suo tempo a disegnare in tutta tranquillità.

Ad aspettarci abbiamo trovato la proprietaria che si chiama Riikka Pia Kantola, si tratta di una ragazza finlandese che da anni vive a Berlino. Dopo aver portato all'interno i bagagli abbiamo deciso di fare colazione all'interno di una piccola pasticceria per poi procedere verso Alexander Plazt dove abbiamo fatto una passeggiata rilassante e senza accorgercene, tra una sbirciata e l'altra tra i negozi erano arrivate anche le 12:30 così abbiamo decisod i andare a mangiare il tipico currywurst che si tratta di un wurstel con curry posto nel panino dove viene messo tanto ketchup. Abbiamo deciso poi di andare a fare una passeggiata verso la nota torre dove non abbiamo potuto non fare delle foto davanti alla fontana di Nettuno, prendiamo poi la Unter den Linden per poi arrivare al Duomo.

Li c'è un bel prato dove abbiamo lasciato giocare la nostra piccola mentre noi ci siamo riposati sulle panchine, andiamo lungo il termine del viale dove abbiamo visto la Neue Wache. Come di routine decidiamo di andare a vedere la nota Porta di Brandeburgo che devo dire è veramente imponente, la piazza è veramente piena di gente e la mia piccola rimane incantata nel vedere le numerose persone con abiti tipici, ovviamente non siamo riusciti a dirle di no di non fare il giretto sul bus a due piani che ci ha permesso di avere una maggiore panoramica della città. La bimba si è addormentata cullata dal bus e torniamo al punto di partenza ad Alexander Platz, decidiamo di fermarci a mangiare da Burger King per risparmiare un po' ed accontentare la nostra bimba che ama mangiare gli hamburgher. La sera crolliamo sul letto, sfiniti ma felici di essere comunque a Berlino che sembra essere una bellissima città ricca di colori e monumenti.

Approfondimento: Bambini e ragazzi: locali, parchi divertimento, musei adatti

Il giorno seguente abbiamo fatto una calma colazione nella pasticceria del giorno seguente e, essendoci una buona giornata decidiamo di noleggiare le biciclette e fare un giro tutti insieme per la città. Tramite la metropolitana ci porta fino a Zoologischer Garten, dove decidiamo poi di ancdare verso il Tiergarten per poi andare verso il “ Denkmal für die ermordeten Juden europas “, si tratta del noto memoriale creato per gli ebrei che furono assassinati. Saliamo nuovamente in bicicletta per poi arrivare in poco tempo in Potsdamer Platz dove abbiamo potuto vedere tutti i suoi grattacieli del tutto moderni, successivamente abbiamo visto il noto Point Charlie, dove decidiamo di concederci delle bellissime foto. Ovviamente mio marito rimane incantato nel vedere i cappelli dell'esercito russo tanto che fu tentato di acquistarne uno su di una bancarella della zona, ovviamente sono riuscita a fargli cambiare idea visto che i prezzi erano allucinanti.

In questi giorni decidiamo di andare a vedere il Tempelhof che si tratta del vecchio aeroporto di Berlino che anni fa dava modo di unire il ponte commerciale con l’occidente. Ad ora esso è diventato un’ampia area dove le persone possono pattinare, fare skate ed usare anche il kite, non mancano anche le eprsone che fanno dell'ottimo pic-nic oppure quelli che si rilassano prendendo il sole. Siamo anche andati allo Zoo che era molto bello e non ci siamo fatti mancare anche una sosta al parco giochi. Abbiamo fatto anche una visita alla Berlino Est e ovviamente abbiamo visto la East Side Gallery che comprende un muro di ben 1,3km ricoperto interamente da numerosi graffiti che sono stati realizzati da diversi artisti provenienti da ogni parte del mondo.

Non ci siamo fatti mancare anche i grandi simboli di Berlino Est, come per esempio la Karl Marx Allee che si tratta di una via imponente che fu percorsa dalle truppe russe nel momento in cui entrarono a Berlino nel periodo della fine della Seconda Guerra Mondiale. Posso assicurarvi che è stata un'esperienza del tutto indimenticabile e che di certo ne è valsa la pena di portare anche la nostra piccola che ha potuto scoprire molte cose nuove all'interno di una città del tutto nuova ed anche di poter assaggiare dei piatti tipici e comprare anche oggetti nuovi.