Guida alla cittą di Berlino
Metropolitana, informazioni, musei e monumenti

Consigli su Berlino

Bancomat e carte, biglietti metro, mance, visite guidate e passeggiate in bicicletta

consigli su berlino

Descriviamo di seguito alcuni consigli basilari per tutti quelli che vogliano visitare Berlino o stabilirsi definitivamente nella città.

Molti di essi sono applicabili ugualmente alla maggior parte delle città tedesche, ma tutti sono ottenuti a partire dall'esperienza di vivere nella capitale tedesca.

Bancomat e prelievi di denaro

A Berlino conviene sempre portare denaro in contanti. Esistono ancora un gran numero di esercizi di ogni tipo (ristoranti compresi) che non accettano il pagamento con nessuna delle carte di credito o debito che abitualmente si usano in Italia. In molti casi, si permette solo il pagamento con una carta speciale propria della Germania denominato EC-Karte. Pertanto, se si è previsto di rimanere alcuni mesi nella città, non esitate ad aprire un conto in una delle banche tedesche e richiedere una carta di questo tipo. Con essa potremo pagare in supermercati, negozi, distributori di biglietti, etc. senza problemi.

Biglietti metro e abbonamenti

Il trasporto a Berlino è una delle poche cose che possono considerarsi relativamente care. Un biglietto semplice costa più di due euro, ed un abbonamento giornaliero più di sei. Esistono abbonamenti mensili per circa settanta euro e differenti tipi di abbonamenti annuali. In alcuni casi possono esserci sconti speciali di distinti tipi (biglietti di gruppo, per studenti, per famiglie, per fine settimana) etc., per questo conviene leggere le nostre pagine dedicate alla metro e ai mezzi di trasporto di Berlino. I biglietti permettono di utilizzare tutti i mezzi di trasporto disponibili: autobus urbani, metro (O-Bahn), treno urbano (S-Bahn), treno regionale dentro la città, tram, e perfino alcune barche in determinate zone dello Spree, il fiume di Berlino. In generale si chiede solo timbrare il biglietto salendo all'autobus; negli altri casi si può accedere al veicolo senza passare per nessun tipo di controllo. Tuttavia, si realizzano continuamente controlli casuali per tutta la città, specialmente in periodi critici come il principio dell'anno scolastico e negli orari e linee più transitate. Pertanto, se vogliamo evitare una multa ed un dispiacere, è raccomandabile comprare il biglietto corrispondente. All'entrata di molte delle stazioni si trovano mendicanti e gente senza casa che vivono delle elemosine dei viaggiatori e della vendita di biglietti usati. Può essere domandato loro se hanno qualche biglietto usato che ci serva per il percorso che pensiamo di fare, e ce lo venderanno per un prezzo abbastanza minore di quello della biglietteria o delle macchine distributrici, benché con una durata minore, logicamente.

Mance

Al contrario che in Italia, dove le mance normalmente si limitano all'ambito dei ristoranti e rimane a discrezione del cliente se lasciare qualche denaro extra come gratitudine per il buon servizio ricevuto, in Germania è quasi obbligatorio aggiungere ad ogni conto approssimativamente una mancia di un 10 percento.
Una volta che indichiamo che vogliamo pagare e ci comunichino l'importo totale del conto, bisognerà dire direttamente al cameriere quanto vogliamo che si tenga; in generale si considera di un certo cattivo gusto lasciare la mancia sul tavolo abbandonando il locale. Non dovrebbe sorprenderci se ci prendiamo un brutto sguardo o perfino una recriminazione verbale da parte del cameriere se non lasciamo nessuna mancia, nell momento di pagare che il cameriere domandi se si desidera pagare tutto insieme o se si preferisce pagare in forma individuale. Non dovrà sorprenderci, poiché è completamente accettato che ognuno paghi direttamente la sua parte al cameriere, tanto se si è mangiato in un ristorante come se si è preso solo un caffè in un bar.

Toilette e bagni pubblici

In relazione con questo, è importante tenere in conto un dettaglio prima di andare alla toilette in molti locali: spesso, alcuni esercizi grandi (centri commerciali), catene di fast food come McDonald's o Burger King, etc. hanno personale di pulizia dedicato in esclusiva alle stanze da bagno. In questo caso, potremo trovarli seduti all'entrata delle toilette con un piatto ed un cartello, nel quale probabilmente si indica che bisogna lasciare una mancia di circa 50 centesimi per potere fare uso del servizio.

Periodo migliore per visitare Berlino

Dal punto di vista puramente turistico, bisogna avere chiaro qual è il miglior periodo per visitare Berlino. Benché i mesi d'estate e Dicembre siano i più piovosi dell'anno, coincidono anche coi migliori momenti per visitare la città. A partire da metà di Aprile e fino a principi di Ottobre la probabilità di godere di una città soleggiata aumenta. La primavera e l'estate hanno l'incantesimo dei giardini verdi e fioriti, i festival di musica all'aperto, le terrazze dei bar, le spiagge ed i club sul bordo del fiume, una città piena di colori grazie agli alberi le cui foglie incominciano ad ingiallire. D'altra parte, Dicembre è un mese molto bello per visitare qualunque città tedesca, dato che ci permetterà di godere dell'incantesimo dei suoi tipici mercatini di Natale sparsi per le strade. Durante il resto dei mesi è probabile che ci troviamo con giorni a volte freddi e cieli più probabilmente nuvolosi. Inoltre, a partire da Novembre e fino a metà di Febbraio imbrunisce tra le quattro e le cinque del pomeriggio, e per questo il tempo che avremo disponibile per godere della città alla luce naturale si vedrà ridotto considerevolmente. Sia come sia il periodo prescelto, un ombrello o un impermeabile non eccedono nel bagaglio. Ai berlinesi non sembra importar loro e sono pochi quelli che utilizzano l'ombrello, ma è abituale trovarsi con alcuni giorni di pioggerellina continua o densa nebbia che finiranno per inzupparci il cappotto o i vestiti se passiamo molto tempo per strada scoprendo la città.

Visite guidate

Se vi piace visitare la città con qualcuno che vi racconti dettagli storici ed aneddoti di tutto quello che si va vedendo, esistono una moltitudine di percorsi guidati per tutta la città. Da anni collaboriamo con una società gestita da 2 bravissime ragazze italiane, utilizzate il link visite guidate e richiedete loro informazioni. A parte quello, esistono moltissime alternative e percorsi di ogni tipo: la Berlino nazista, la Berlino comunista, la Berlino notturna, la Berlino più alternativa Conviene informarsi bene pertanto prima di decidere che tipo di percorso si vuole fare.

Strade

Per chi passi più tempo nella città, o per chi vi arrivi in automobile, è necessario tenere in conto alcune cose in relazione alla guida a Berlino. In generale non vi sono grandi ingorghi, benché convenga evitare soprattutto certe strade principali durante l'ora di punta della fine della giornata lavorativa. Le norme di circolazione vigenti sono praticamente le stesse che in Italia, ma alcuni abitudini fanno si che il modo di guidare nella città cambi rispetto al nostro paese. A Berlino gli autisti devono condividere la carreggiata con tram e ciclisti, cosicché conviene prestare molta attenzione alla corsia bici che scorre alla destra della strada ed ai tram che possono passare per la nostra sinistra.

Berlino in bicicletta

Infine, Berlino è una città che si lascia scoprire tranquillamente con una passeggiata in bicicletta. Esistono corsie apposite per quasi tutte le arterie principali della città, e nel resto delle strade si può circolare per la strada senza problemi. Gli autisti sono molto rispettosi coi ciclisti, ma conviene ricambiare a sua volta questo rispetto per evitare problemi. Non si esige l'uso del casco, ma possono multarci se circoliamo di notte in bicicletta senza elementi riflettenti e, soprattutto, senza luce anteriore. Si possono affittare biciclette per visitare Berlino in questo modo sano e differente in molti punti della città.